Edufin

Secondo la definizione dell’OCSE, “l’educazione finanziaria è un processo attraverso il quale i consumatori, risparmiatori, investitori migliorano le loro capacità di comprensione dei prodotti finanziari e dei concetti che ne sono alla base e attraverso istruzioni, informazioni, consigli sviluppano attitudini e conoscenze atte a comprendere i rischi e le opportunità di fare scelte informate, dove ricevere supporto o aiuto per realizzare tali scelte e quali azioni intraprendere per migliorare il proprio stato e il livello di protezione”.

Le tematiche di riferimento che portano allo sviluppo delle capacità indicate dall’OCSE possono essere affrontate gradualmente in tutti gli ordini di scuole attraverso il lavoro congiunto di più discipline.

L’educazione finanziaria è oggi, in un mondo attraversato dalla crisi economica e in cui i mercati finanziari sono diventati più complessi e sofisticati, indispensabile nella formazione, soprattutto dei giovani, per l’acquisizione di conoscenze e competenze necessarie per effettuare le scelte più opportune e per avere un corretto rapporto con il denaro e con il suo valore.

Anche quella finanziaria, come tutte le educazioni trasversali che si acquisiscono da bambini ha come fine ultimo quello di attivare un percorso virtuoso di cittadinanza consapevole per essere futuri cittadini informati, attivi e consapevoli.

In questo senso, quindi, l’educazione finanziaria costituisce una parte della cultura di “cittadinanza economica”, particolarmente attenta alla legalità, ad una corretta percezione del valore del denaro e alla responsabilità sociale ovvero a quell’insieme di conoscenze, capacità e competenze che permettono al cittadino di divenire agente consapevole nell'arco della propria vita economica e sociale.

L’educazione finanziaria pertanto è una forma di investimento culturale sul benessere, proprio come l’educazione alimentare lo è sulla salute e si pone quindi come cultura necessaria per la realizzazione e il mantenimento del benessere individuale e sociale.