Iniziativa realizzata nell’ambito del progetto Diderot della Fondazione CRT

 

 
La Fondazione CRT

La Fondazione CRT – Cassa di Risparmio di Torino, è un ente privato no profit nato nel 1991. Da oltre 25 anni è uno dei “motori” dello sviluppo e della crescita del Piemonte e della Valle d’Aosta in tre macro – aree: Arte e Cultura, Ricerca e Istruzione, Welfare e Territorio. Interviene con progetti e risorse proprie per la valorizzazione dei beni artistici e delle attività culturali, la promozione della ricerca scientifica e della formazione dei giovani, il sostegno all’innovazione e all’imprenditoria sociale, l’assistenza alle persone in difficoltà, la salvaguardia dell’ambiente, il sistema di protezione civile e di primo intervento.

La sua attività si caratterizza per un’attenzione particolare all’internazionalizzazione, con il duplice obiettivo di rendere più forti le organizzazioni no profit locali attraverso l’apertura all’Europa e al mondo e, nello stesso tempo, di attrarre sul territorio nuove risorse progettuali ed economiche.

In un quarto di secolo di attività, la Fondazione CRT ha distribuito risorse per oltre un miliardo e 600 milioni di euro e consentito la realizzazione di più di 38.000 interventi per il territorio, sostenendoli non solo dal punto di vista delle erogazioni, ma anche delle progettualità: il tutto, ascoltando le esigenze del territorio stesso e delle realtà aggregative, istituzionali e del no profit. A questo tradizionale impegno erogativo si sono aggiunti importanti investimenti, come la riqualificazione delle OGR – Officine Grandi Riparazioni Torino.

Il Progetto Diderot della Fondazione CRT

La Fondazione CRT realizza il Progetto DIDEROT per offrire agli studenti di tutti gli Istituti di istruzione primaria e secondaria di I e II grado del Piemonte e della valle d’Aosta una duplice opportunità: avvicinarsi in modo creativo e stimolante a discipline non sempre inserite nei programmi curricolari e, nello stesso tempo, approfondire le materie tradizionali con metodologie innovative.

Il Progetto si articola in workshop, laboratori, video-lezioni, visite, seminari, incontri-dibattiti con esperti e testimonial, e perfino concerti e rappresentazioni teatrali, in ambiti quali l’arte e la matematica, l’economia e il computing, la tutela della salute e dell’ambiente, la filosofia. La partecipazione è gratuita per tutte le scuole.

Nell’ambito del Progetto Diderot della Fondazione CRT, la FEduF propone il programma Economiascuola con l’obiettivo di promuovere tra i bambini e i giovani una cittadinanza economica attiva e consapevole, un approccio valoriale all’uso del denaro basato su responsabilità e legalità e una maggiore diffusione di conoscenze e competenze economiche di base.

Le linee di azione per l’anno scolastico 2020-21 sono tre:

  1. Attività didattica in classe, personalizzata per i diversi gradi scolastici e ordini
    Una lezione per ciascuna scuola iscritta a cura di un tutor/esperto della FEduF o di una rete di esperti in caso di lezioni in presenza, sui seguenti contenuti tematici già disponibili nei programmi della FEduF:
    • cittadinanza economica e sostenibilità (primarie)
    • sviluppo sostenibile
    • risparmio e pianificazione
    • strumenti per gestire il denaro
    • pagamenti elettronici e sicurezza.
    Per la lezione online le scuole potranno indicare la piattaforma di collegamento preferita (es. Zoom, GoogleMeet, Teams, ecc…)
  2. Attività laboratoriali aggiuntive
    Per le scuole primarie:
    • Laboratorio “Fiabe e denaro” con lettura di fiabe e attività laboratoriali, quali ad esempio la stesura di pensierini;
    • agli insegnanti verrà fornita una copia del volume Fiabe e Denaro, volume 2 “Genny Topopizza, Trudy la tartaruga: favole e fiabe per educare all’uso responsabile del denaro in un’economia che cambia” con schede attività da svolgere in famiglia e scuola.
    Per le scuole secondarie di I e II grado:
    • svolgimento di attività di gamification attraverso il Campionato Scolastico dell’Educazione Finanziaria a livello di singolo istituto scolastico, indipendentemente dal numero di classi coinvolte. Per ciascun istituto verrà organizzata una sfida online sui temi delle lezioni (a cui gli studenti potranno partecipare singolarmente da casa o in team da scuola) e i tre migliori classificati parteciperanno alla finale che vedrà coinvolti i finalisti di tutte le scuole;
    • realizzazione di ricerche multimediali online oppure attivazione di un debate ossia un’attività laboratoriale che simula la contrapposizione dialettica tra due posizioni rispetto ad un determinato argomento.
  3. Eventi
    • Conferenza spettacolo o digital live talk con i divulgatori di Taxi1729.
      Nel corso della conferenza o del talk in versione digitale si parlerà di come affrontiamo d’istinto i rischi e le situazioni di incertezza perché conoscere i nostri automatismi può aiutarci a prendere più saldamente in mano il timone delle nostre scelte, in particolare quelle economiche. Saranno previsti momenti di interazione con gli studenti e uno spazio per rispondere alle loro domande.
    • seminario per i docenti con una sezione dedicata all’approfondimento dei dati OCSE PISA financial literacy 2018 (ultima rilevazione disponibile, presentata a maggio 2020), con i ricercatori INVALSI responsabili delle indagini internazionali.